GuidaEconomica.it utilizza cookies propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie
chiudi - leggi informativa

1 May 2010

Investire sicuro: la diversificazione del portafoglio

investimenti2Hanno in media tra i 30 e i 50 clienti, soprattutto privati, ai quali suggeriscono, in larga maggioranza, di non trascurare nelle loro scelte d’investimento l’utilizzo di prodotti alternativi. E, tra questi ultimi, tendono a consigliare in particolare gli hedge fund, sia single manager sia fondi di fondi, e i fondi Ucits III absolute return alternativi.
Stiamo parlando delle Sim di pura consulenza, nuovo soggetto che si muove nell’articolato mondo dell’intermediazione finanziaria italiana, che per la prima volta è stato censito da un’indagine svolta dall’ufficio Studi di MondoHedge sul rapporto tra questi soggetti e gli investimenti sicuri. Delle 20 Sim del campione quelle che consigliano ai propri clienti di investire in strumenti alternativi rappresentano il 75%, vale a dire 15 Sim di consulenza. Il 73,3% suggerisce gli hedge fund, al secondo posto si piazzano i fondi Ucits III absolute return alternativi (60%), seguiti da strumenti di private equity e/o venture capital (53,3%), real estate (40%), commodity (33,3%) e piattaforme di managed account (13,3%).
Liquidità e trasparenza sul sottostante sono i principali requisiti richiesti. Il ricorso alla gestioni alternative punta poi spesso a ottenere un rendimento superiore al free risk grazie all’attività di gestori capaci di valorizzare le diverse strategia in ogni situazione di mercato. L’indagine ha poi puntato l’attenzione su quale sia, tra le Sim che consigliano l’investimento in hedge fund, la tipologia preferita. Piacciono sia i fondi di investimento single manager sia i fondi di fondi in egual misura (entrambi scelti dal 63,4% del campione che poteva dare risposte multiple).
Se poi si vuole andare nel dettaglio dei fondi di fondi, la tipologia preferita è quella dei Fdf multistrategy low & medium volatility che si piazzano al primo posto con il 71,4% delle preferenze, seguiti, a pari merito con una percentuale del 42,9%, dai fondi di fondi multistrategy high volatility e dai fondi di fondi specializzati in aree geografiche. Sul podio, ex equo al terzo posto con uno share del 14,3% anche le altre tipologie di fondi di fondi (equity, macro e misti).
Ma entrando più nel dettaglio qual è il peso da dare alle asset class alternative nei portafogli dei clienti?
E’ stato quindi chiesto, fatto 100 il totale del patrimonio investito in asset class alternative, quale fosse la quota consigliata ai clienti in specifici strumenti. La maggioranza assoluta delle risposte si è orientata sugli hedge fund (ai quali è stato attribuita una quota del 30,7%) e sugli Ucits III absolute return alternativi (20,5%). Percentuali inferiori sono invece state totalizzate dal real estate(17,9%), private equity/venture capital (15,8%), commodity (11,3%) e piattaforme di managed account (3,8%). E nel caso in cui i clienti investano in hedge fund, qual è la percentuale mediamente inserita nel portafoglio? Nel 50% dei casi la quota oscilla tra il 6% e il 10%, mentre nel 33,4% dei casi la quota da destinare a hedge fund non supera il 5%. E solo nell’8,3% dei casi la quota da destinare in hedge supera il 15 per cento.


Ultimi articoli nella stessa categoria:
Investimento immobiliare, puntare sul diverso - il loft
In fase di definizione della scelta dell'immobile da acquistare per il proprio investimento immobiliare troppo spesso si tende a rivolgersi al mercato ...continua
Formula chiara di investimento MNP
Arriva la nuova generazione di fondi comuni di investimento che mettono al sicuro il vostro capitale investito.
I Fondi Garantiti BNP Paribas.continua
Mercati allo sbando e i consumatori tornano alle polizze vita

Il settore Vita potrebbe toccare nuovi massimi storici. A fare la parte del leone sono ancora le polizze di ramo I, quelle tradizionali con rivalutazione ...continua
Come selezionare un consulente privato che ci aiuta a scegliere investimenti sicuri
Il fenomeno dell'insoddisfazione degli investitori privati nei confronti dei loro consulenti finanziari (addetti bancari, private banker, promotori finanziari) ...continua

No Comments »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.

Powered by WordPress