9 January 2009

La regione Toscana e gli aiuti sul mutuo

Categoria: Mutui — Tags: , , — Roberto @ 16:42

Anche la regione toscana si aggiunge a quelle che già la avevano preceduta nel pensare ad agevolazioni per chi non riesce a far fronte al pagamento della rata del mutuo. Nonostante gli ultimi ribassi infatti la situazione resta difficile per molti a causa di una crisi che fa assottigliare le entrate. Anche l’accesso al credito, proprio in Toscana, aveva subito un brusco restringimento togliendo aria all’economia e quindi di conseguenza anche all’occupazione. Alla luce di tutte queste problematiche l’assessore al bilancio della regione, Giuseppe Bertolucci, ha reso noto che la giunta interverrà per aiutare le famiglie in difficoltà con il mutuo. Le caratteristiche per rientrare nelle agevolazioni non sono ancora state rese note ma per gli aventi diritto, naturalmente residenti nel territorio della regione, sarà possibile sospendere il pagamento della rata del mutuo per un intero anno ripartendo le somme sugli anni successivi; tutte le penali saranno coperte dalla regione.  


Ultimi articoli nella stessa categoria:
Mutuo BancoPosta Acquisto a tasso fisso, la soluzione "certa" di Poste Italiane
Il mutuo a tasso fisso è la soluzione più stabile per acquistare casa e Poste Italiane riserva ai clienti che cercano sicurezza e prevedibilità BancoPosta ...continua
Aumentano i tassi dei mutui: conviene cambiare?
Forse non tutti sanno che il tasso EURIBOR è quello a cui sono agganciati moltissimi mutui a tasso variabile. Ebbene questo indicatore aveva iniziato ...continua
Mutui a tasso fisso o variabile? Il punto della situazione
E' sempre difficile scegliere il miglior mutuo da sottoscrivere per l'acquisto di una casa, soprattutto adesso che le cose si stanno complicando ulteriormente ...continua
Mutui, la rata a gennaio è più bassa
Nei primi quindici giorni del mese c'è stato un abbassamento dei tassi dei mutui, di cui le diminuzioni più importanti sui mutui a tasso fisso con scadenza ...continua

No Comments »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.

Powered by WordPress