27 October 2008

Social lending, la nuova frontiera del credito?

Categoria: Prestiti — Tags: , , , — viviana @ 17:28

C’è da registrare un fenomeno in parte prevedibile ma che apre comunque una nuova era nel mercato del credito. In questi giorni in cui si continua a parlare di crisi finanziaria e di instabilità delle banche il sito si Zopa (www.zopa.it), uno dei due operatori del prestito tra privati in Italia, è stato letteralmente sommerso di visite e di nuove iscrizioni, queste ultime con un incremento addirittura del 65%! Internet quindi come veicolo per accedere a prestiti e finanziamenti a un tasso migliore e senza strettoie burocratiche. E con soddisfazione di entrambe le parti! Perché se per un piccolo prestito sui 5.000 euro una banca ci chiede più del 16%, tramite il circuito del social lending possiamo godere di tassi ben più favorevoli (dall’8% a massimo l’11%) che rappresentano anche degli ottimi tassi di rendimento per chi ha del denaro da prestare. I prestiti che si sono fatti direttamente online è pari a 3.350.730 euro, una cifra che inizia ad essere rilevante.


Ultimi articoli nella stessa categoria:
Nuova guida: il prestito di consolidamento debiti
Troppe rate da pagare e l'esigenza di ridurne il peso? Il prestito di consolidamento debiti è il prodotto che consente di accorpare tutte le rate dei ...continua
Prestito vitalizio SENZARATA di IBL Banca
SENZARATA è il prestito vitalizio proposto da IBL Banca in un mercato in netta crescita dal 2006, anno in cui la legge finanziaria ha posto le basi per ...continua
Prestito BNL Pensione Dinamica
Anche in pensione puoi contribuire in maniera significativa a realizzare i progetti di vita dei tuoi figli o nipoti.
Grazie alla tua pensione, ...continua
Prestiti per neonati, richiesta da effettuare entro fine anno
Per chi intende chiedere un finanziamento di cinquemila € a tasso fisso agevolato garantito dal governo, per i bambini nati nel 2009 questo è il momento ...continua

No Comments »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.

Powered by WordPress