23 March 2009

SaluteMia, il piano di prevenzione al femminile di Unipol

Un piano salute non generico fatto su misura per le donne. E’ quanto hanno proposto Unipol e Aurora di UGF Assicurazioni. Già disponibile in tutte le agenzie delle compagnie coivolte nel progetto SaluteMia, questo il nome, prevede un piano di prevenzione specifico per la salute delle donne accompagnandole negli accertamenti necessari a unacorretta gestione delle diverse età della vita. Nello specifico il pacchetto prevede: esami ed accertamenti diagnostici fra quelli più importanti per la prevenzione di patologie femminili fino a tre in un anno; la possibilità di farsi visitare in una delle oltre 1800 cliniche private convenzionate con UniSalute o di ricevere il rimborso per il ticket in caso di visita presso le strutture pubbliche; prenotare a strettisimo margine di tempo visite specialistiche a prezzi più bassi; e infine una consulenza telefonica in grado di orientare il paziente nella scelta dell’iter degli accertamenti e di dare consigli in tempo reale in caso di urgenze. Maggiori delucidazioni si possono ricevere visitando il sito www.unisalute.it.

6 February 2009

Sanzioni record per le Assicurazioni nel 2008

Mai viste così tante multe nella storia dell’organo di viglilanza dell Assicurazioni, l’Isvap. Nel 2008 sono state accertate sanzioni che raggiungono l’esorbitante cifra di 39,6 milioni di euro. Nel 2007 già non erano poche, ma con i suoi 32,9 milioni rappresentavano ben il 20% in meno. La stragrande maggioranze delle ammende comminate dall’Isvap riguardano il campo dell’assicurazione auto, per essere esatte 9 su 10, e sono relative perlopiù ai ritardi nella liquidazione dei sinistri. Le compagnie più multate sono state Milano Assicurazioni, Fondiaria Sai e Aurora Assicurazioni rispettivamente con 414 ammende per 6.979.850 euro, 392 ammende per 5.010.805 euro e 322 ammende per 3.688.459 euro. Dietro al podio di questa poco incidiabile classifica si piazzano Ina Assitalia (176 ammende, 2.115.040 euro), Sasa Assicurazioni (109 sanzioni, 1.640.533) e Sara Assicurazioni (127 ammende, 1.405.867 euro). Ma non tutto il male vien per nuocere, infatto i fondi ricavati da queste sanzioni vengono utilizzati per finanziare il Fondo Vittime della Strada, che copre le spese di chi ha subito danni da parte di soggetti senza assicurazione.

Powered by WordPress