GuidaEconomica.it utilizza cookies propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie
chiudi - leggi informativa

9 June 2009

Prestiti agevolati per le imprese del turismo

I primi dati di quest’anno sono molto allarmanti. Sembra che la crisi abbia investito in pieno anche l’economia del turismo, con un ridimensionamento sia del numero dei vacanzieri che del budget pro-capite a disposizione. Per questo le banche italiane e il Governo hanno messo a punto un sistema di agevolazioni proprio per le piccole e medie imprese che lavorano nel settore turistico. Uno dei primi interventi mirati, questo, dopo che le agevolazioni erano piovute indistintamente su tutte le piccole aziende, una delle categorie più fortemente colpita dal cattivo andamento dell’economia. 1,6 miliardi di euro è la somma che le banche metteranno a disposizione delle Pmi del turismo; l’accesso al credito sarà semplificato e i finanziamenti verranno erogati a un tasso agevolato. L’iniziativa fa parte del “Pacchetto Italia Turismo”, concordato tra Governo, banche ed associazioni di categoria. Tra gli istituti di credito che hanno aderito ci sono Unicredit, Intesa Sanpaolo, Banco Popolare, Banca Popolare di Milano e Banca Popolare di Sondrio; l’impegno è di mettere a disposizione prestiti agevolati mirati alla ristrutturazione, promozione, innovazione e riqualificazione sia delle strutture ricettive, sia delle imprese all’aria aperta come i villaggi ed i camping.

8 November 2008

Il gruppo Bipiemme lancia Euromutuo

Dopo che Adusbef e Federconsumatori ripetutamente chiesto di parametrare i tassi indicizzati sui mutui al tasso di sconto Bce e dopo che alcune esternazioni del Governatore della Banca d’Italia Mario Draghi sono andate nelle stessa direzione, è arrivata sul mercato la prima offerta del gruppo Bipiemme (Banca Popolare di Milano, Banca di Legnano e Cassa di Risparmio di Alessandria).

Euromutuo è il nome del nuovo prodotto il cui tasso di interesse variabile è agganciato a quello ufficiale di riferimento della Banca centrale europea invece che all’Euribor (interbancario). Il mutuo prevede l’applicazione di uno spread, rispetto al tasso Bce, dell’1,50% e una durata massima di 30 anni. I vantaggi sono plurimi; una maggiore stabilità rispetto alle oscillazioni del mercato, trasparenza totale e semplicità di consultazione e soprattutto la convenienza. In questo momento per esempio il tasso di riferimento Bce è sceso al 3,25% contro l’euribor trimestrale che si attesta invece sul 4,47%.

25 October 2008

“Comprare casa senza rischi”

“Comprare casa senza rischi” è un’iniziativa promossa dalla Regione Lombardia riproposta per il secondo anno consecutivo. Data l’altissima difficoltà per i cittadini di districarsi dalle pastoie burocratiche sia nella fase della scelta della casa che in quella successiva della scelta del mutuo per finanziarla, la regione ha deciso di fornire un servizio gratuito e quanto più provvidenziale. I notai infatti saranno a disposizione gratuita di chiunque ne abbia bisogno per consigli e consulenze preventive per l’acquisto della casa e la stipula, rinegoziazione e portabilità del mutuo. Le banche che hanno siglato il protocollo di intesa insieme al Consiglio Notarile di Milano per far sì che la portabilità dei mutui prevista dal decreto Bersani venga applicata senza oneri per il cittadino sono per il momento Banca Antonveneta, Banca Intesa San Paolo, Banca Popolare di Milano, ING Direct, UniCredit Banca, UniCredit Banca per la Casa, ma l’accordo è stato inviato per adesione a tutte le banche del territorio milanese. Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito www.comprarcasasenzarischi.com.

Powered by WordPress