GuidaEconomica.it utilizza cookies propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie
chiudi - leggi informativa

29 April 2010

Investire in Borsa nel 2010, la situazione in Italia

Categoria: investimenti — Tags: , , , — Riccardo @ 11:05

consiglio-investimentoRestano alquanto incerte le prospettive della Borsa italiana per i prossimi 12 mesi, con possibilità di contenuti arretramenti e avanzamenti dell’indice generale sia nel breve periodo che nel medio-lungo termine. In particolare, gli operatori si attendono una prevalenza di spinte lievemente ribassiste nei prossimi trenta giorni, probabilmente come “correzione tecnica” al forte balzo messo a segno dall’indice Ftse All-Share negli ultimi due mesi (+12,7% dal 25 febbraio scorso). (more…)

20 April 2010

Investire sicuro: meglio i fondi o il fai da te?

fondiFare investimenti sicuri nelle banche oggi non è un mestiere facile. Il settore è sotto schiaffo da oltre tre anni. Certo, le modifiche sulle stime delle perdite legate alla crisi di liquidità potranno aiutare la ripresa. Ma il percorso sarà ancora lungo. Un’idea, la più ovvia per i retailer che non hanno la possibilità di un’analisi approfondita, è quella di comprare fondi che investono nel comparto dei finanziari (il più capitalizzato nelle Borse internazionali, oltre il 20%, e fortemente pesato dagli istituti di credito). (more…)

7 March 2010

Investire in Europa, le borse tengono

Categoria: investimenti — Tags: , , , — Riccardo @ 19:05

investimentiNonostante la preoccupazione per gli investitori circa le difficoltà economiche della Grecia, ma anche del Portogallo e della Spagna, possano mettere in discussione il Patto di stabilità e crescita stipulato dai paesi membri dell’Unione europea, le borse del Vecchio Continente per il momento rimangono appetibili. Qualche rischio tuttavia permane: il ritiro delle politiche di stimolo implementate dai principali governi, se prematuro, potrebbe rallentare la crescita. Ma allora cosa deve fare l’investitore?Gettare il cuore oltre l’ostacolo e ignorare le attuali turbolenze dei mercati azionari confidando in una successiva ripresa, oppure neutralizzare le posizioni e navigare a vista in attesa di una schiarita? (more…)

30 May 2009

Un nuovo Etf monetario quotato a Milano

Categoria: investimenti — Tags: , , , — viviana @ 23:04

Un nuovo strumento di investimento a breve termine quotato dallo scorso 27 maggio sulla Borsa di Milano; è l’iShares S&P eb.rexx Money Market, indicizzato a un paniere di titoli di Stato tedeschi con scadenza da uno e 12 mesi. I broker cavalcano ancora l’oda lunga dell’Etf, l’unico nell’ultimo periodo di crisi ad aver segnato sempre rendimenti positivi. Ishares fa parte del gruppo Barclays Global Investors. Per conseguire il traguardo che si prefigge, e cioè replicare l’andamento di un paniere di titoli di Stato tedeschi a breve, cioè contiene solo titoli caratterizzati da estrema liquidità, che per il momento sono solo nove ma con possibilità di ampliamento per l’immediato futuro. L’eb.rexx Money Market prevede un volume in circolazione pari ad almeno 4 miliardi di euro. L’Etf, che è denominato in euro, ha un costo totale annuo (Ter) dell’1,126%; il differenziale massimo tra prezzo di acquisto e di vendita è lo 0,15%. Il codice ISIN è DE000A0Q4RZ9. La distribuzione del dividendo è prevista su base annuale.

20 February 2009

Zimbabwe: dopo tre mesi riapre la borsa

Categoria: investimenti — Tags: , , — Riccardo @ 19:51

I titoli dello Zimbabwe, abbattuti dal più alto tasso di inflazione del mondo e da una recessione che dura da almeno 10 anni, potrebbero riprendersi dato che ieri la borsa ha riaperto, dopo una sospensione di tre mesi, con i listini rinominati in dollari americani.

La Banca Centrale ha deciso di sospendere i titoli da quando l’inflazione del Paese è stata stimata dal Cato Institute (Washington) con un nuovo indice di iperinflazione che ha permesso di attribuire allo Zimbabwe il secondo posto nei record di iperinflazione di tutta la storia.

In realtà, ieri, l’unico titolo scambiato è stato quello della Apex Corporation, una società che si occupa di progettazione e di lavorazione dell’acciaio. (more…)

26 September 2008

Borsa, sulle vendite allo scoperto si cambia

Categoria: investimenti — Tags: , , — Andrea @ 11:19

La Commissione Nazionale per le Società e la Borsa ha sancito la fine delle vendite allo scoperto, che ricordiamo consistono nella cessione di titoli che non sono in possesso del venditore per guadagnare così sul ribasso dei prezzi delle azioni. Il provvedimento arriva in un momento di crisi del mercato globale e vuole essere un freno alla crisi sui mutui di questi ultimi anni, aggravatasi negli ultimi mesi con il crollo del mercato statunitense, di cui si ritengono responsabili in maggior misura proprio operazioni speculative ed azzardate quali appunto le vendite allo scoperto. Se fino ad oggi è stato possibile vendere un titolo senza averne la disponibilità fino al momento della liquidazione, che avviene il terzo giorno dopo l’esecuzione dell’ordine, d’ora in poi per la vendita di azioni di banche e imprese di assicurazioni quotate nei mercati regolamentati italiani l’ordinante dovrà dimostrare la disponibilità dei titoli al momento dell’ordine e fino alla data di regolamento dell’operazione. Le uniche figure professionali operanti in Borsa escluse dal provvedimento sono i market maker, gli specialisti e i liquidità provider. Analoghe decisioni erano state prese già in precedenza dalle commissioni di controllo di Stati Uniti, Gran Bretagna, Irlanda, Germania, Francia, Belgio, Lussemburgo e Olanda.

Powered by WordPress