GuidaEconomica.it utilizza cookies propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie
chiudi - leggi informativa

30 September 2008

Il cartello Banche-Tremonti e il conto accessorio

Categoria: Mutui — Tags: , , , — viviana @ 12:18

A leggere nel dettaglio la lettera di proposta di rinegoziazione inviata dalle banche in attuazione del “Decreto Tremonti” a tutti i clienti che hanno sottoscritto mutui a tasso variabile si trova sempre qualche parte da analizzare più nel dettaglio. Oggi parliamo del “conto accessorio”previsto dal provvedimento e le cui non chiarissime caratteristiche non fanno che aumentare la già complicata comprensione della proposta da parte dei consumatori. Cerchiamo allora di chiarirci le idee. Accettando la proposta di rinegoziazione è possibile ricalcolare la rata del mutuo, in base al cartello Tremonti/ABI, sulla media dei tassi del 2006 per i mutui erogati prima dell’1-1-2007. La differenza tra la nuova rata e la precedente in una situazione come l’attuale di continuo aumento dei tassi, sarebbe teoricamente a nostro “favore”; cioè ci ritroveremmo una somma più bassa da pagare. In realtà questa differenza confluirà nel conto accessorio e sarà, sempre in questa situazione, contabilizzata a debito. Il conto accessorio sarà anche interamente gratuito e senza costi di gestione, ma quello che si profila è il pagamento di interessi a debito sulle somme accumulate del 5,50% circa e questo per la durata degli attuali mutui che è di media 30 anni! Alla fine potrebbe rivelarsi un salasso… Ora è vero che se i tassi cominciano a scendere la situazione può capovolgersi e quindi fruttare interessi creditori al contraente, ma in questa congiuntura economica il rischio è davvero grosso, tanto da poter legittimamente disincentivare molti dal rinegoziare il mutuo.


Ultimi articoli nella stessa categoria:
Mutuo BancoPosta Acquisto a tasso fisso, la soluzione "certa" di Poste Italiane
Il mutuo a tasso fisso è la soluzione più stabile per acquistare casa e Poste Italiane riserva ai clienti che cercano sicurezza e prevedibilità BancoPosta ...continua
Aumentano i tassi dei mutui: conviene cambiare?
Forse non tutti sanno che il tasso EURIBOR è quello a cui sono agganciati moltissimi mutui a tasso variabile. Ebbene questo indicatore aveva iniziato ...continua
Mutui a tasso fisso o variabile? Il punto della situazione
E' sempre difficile scegliere il miglior mutuo da sottoscrivere per l'acquisto di una casa, soprattutto adesso che le cose si stanno complicando ulteriormente ...continua
Mutui, la rata a gennaio è più bassa
Nei primi quindici giorni del mese c'è stato un abbassamento dei tassi dei mutui, di cui le diminuzioni più importanti sui mutui a tasso fisso con scadenza ...continua

Powered by WordPress