GuidaEconomica.it utilizza cookies propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie
chiudi - leggi informativa

13 July 2009

Decoder digitale terrestre, nel Lazio si strappano delle agevolazioni sull’installazione

Categoria: Risparmio — Tags: , , — viviana @ 11:59

La rivoluzione epocale segnata dall’avvento del digitale terrestre preoccupa chi ancora non ha familiarità con il nuovo sistema di trasmissione, sia per il costo che il passaggio avrà sulle proprie tasche che per la difficoltà di molti a trattare con la strumentazione elettronica. Tutte le regioni finora interessate al passaggio hanno cercato di dare risposte concrete alle esigenze scaturite da questa situazione e anche il Lazio, ultima finora in ordine di tempo a sperimentare lo “swicth off” del segnale analogico dei canali “Raidue” e “Retequattro“ ha approvato delle agevolazioni in questo senso. In particolare si è voluto curare l’aspetto dell’installazione che per i meno pratici ha bisogno di u tecnico specializzato che si occuperà sia dei collegamenti che della sintonizzazione di tutti i programmi. Il costo dell’installazione, fissato a 45 euro, è sceso a 35 euro grazie all’iniziativa di Vincenzo Maruccio, assessore alla Tutela dei Consumatori e alla Semplificazione Amministrativa della Regione Lazio, che ha portato all’approvazione da parte della giunta regionale di un protocollo d’intesa con le Associazioni Casartigiani, Cna, Confartigianato e la Claai, Confederazione delle Libere Associazioni Artigiane Italiane. Nello stesso protocollo sono previsti dei prezzi standard per la sostituzione di prese, cavi ed antenne.

21 June 2009

Con il digitale terrestre, che ne sarà del canone Rai?

Categoria: Risparmio — Tags: , , — viviana @ 12:25

Cambiano le regole del servizio televisivo e si ridisegna in maniera più generale il quadro. L’arrivo del digitale terrestre, che renderà possibile la visione delle reti televisive solo tramite l’acquisto di un apposito decoder, si trascina a catena quesiti su come cambierà il funzionamento di tutto il sistema. In particolare ci si chiede cosa succederà per il pagamento del canone Rai, oggi obbligatorio per il semplice fatto di possedere un televisore, per quelli che non acquisteranno un decoder. Il Codacons ha già dato delle risposte in proposito, che non mancano di logica. Dato che è la stessa Rai ha decidere di oscurare i canali non dovrebbe essere possibile richiedere il pagamento del canone per quei soggetti che scelgono di non comprare un decoder, pur possedendo un televisore da utilizzare per la visione privata di film o altro materiale registrato. Il CODACONS si spinge ancora più in là decretando che per le regioni in cui è partita la sperimentazione e che hanno criptato il segnale di rai2 e rete4, il consumatore che non ha comprato un decoder avrebbe diritto al rimborso di un terzo del canone, data l’impossibilità di vedere una delle tre reti della Radio televisione Italiana. Con tutta probabilità le cose non saranno così semplici, dato che la Rai difficilmente rinuncerà all’obbligatorietà generalizzata del canone. Anche in questo caso, staremo a vedere!

18 June 2009

Come scegliere il decoder per il digitale terrestre

Categoria: Risparmio — Tags: , , , — Roberto @ 18:10

Il Digitale terrestre è sempre più al centro dell’interesse dei risparmiatori. Dopo che la sperimentazione si è allargata anche a Piemonte e Lazio l’avvento del satellite che rivoluzionerà il nostro modo di intendere la televisione è diventato argomento di discussione a livello nazionale. Tra chi è più informato e chi lo è meno, si cerca di capire meglio le conseguenze del passaggio su satellite e conoscere in maniera più approfondita lo strumento “decoder”. Comprare un decoder diventerà presto obbligatorio per tutti e sull’appetitoso mercato stanno già transitando apparecchi di dubbia provenienza e qualità. Per evitare di lasciare i risparmiatori in balia di prodotti scadenti l’Associazione Dgtvi, ha messo a punto una serie di bollini per certificare la qualità del decoder comprato. I primi due sono stati quello Blu per i decoder interattivi e quello Bianco per i modelli integrati nei televisori, che con il 90% rappresentano la quota di mercato più grande. A questi se ne sono aggiunti nei giorni scorsi altri due, il Gold per i decoder e le Tv dotate di sintonizzatore Hd per l’alta definizione e il Grigio per i ricevitori cosiddetti “zapper”, i decoder economici che prendono solo i programmi in chiaro e non danno accesso alle funzioni interattive. Invitiamo tutti a controllare queste caratteristiche prima di acquistare un nuovo decoder. E’ possibile risparmiare anche acquistando apparecchi di qualità.

12 June 2009

Digitale Terrestre: agevolazioni e offerte

Categoria: Risparmio — Tags: , , — Roberto @ 12:04

Il 16 è la prossima scadenza nella tabella di marcia dell’avanzata del digitale terrestre. La Regione Lazio sperimenterà lo “switch off” delle reti televisive “Rai Due” e “Retequattro”, che verranno oscurate dagli schermi per finire sul satellite. Per vederle, come è risaputo, ci sarà bisogno di un apparecchio che si chiama digitale terrestre. Attualmente le sole agevolazioni pensate per questo evento quelle per le persone che hanno più di 65 anni e un reddito superiore ai diecimila euro. Un po’ poco, considerando che un buon decoder non costa meno di 90 euro (a meno si trovano quelli veramente “essenziali”, che permettono di vedere solo i canali free) e che in media in ogni casa italiana ci sono almeno due televisori. L’Associazione dei consumatori Adoc ha proposto uno “sciopero” del decoder simbolico, almeno finché tutti i programmi non saranno mandati sul satellite. L’alternativa è quella di fare attenzione alle offerte delle grandi catene di elettronica, che data l’attualità della cosa, hanno ben pensato di lanciare offerte promozionali su molti decoder.

Powered by WordPress