GuidaEconomica.it utilizza cookies propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie
chiudi - leggi informativa

27 February 2009

Rendimenti Cct sempre in discesa mentre i Btp risalgono

Categoria: investimenti — Tags: , , , , — Roberto @ 14:37

I rendimenti dei Cct continuano a scendere. L’undicesima tranche dei titoli con scedenza primo settembre 2015, andarain asta ieri ha registrato un ribasso che ha portato il rendimenti ai minimi da novembre 2005. La richiesta invece aumenta: contro il miliardo a disposizione la domanda ha toccato quota 4 miliardi, segno che l’investimento fa ancora gola a molti nonostante i ribassi. Buone notizie invece per i Btp a 3 anni che dopo una lunga flessione hanno registrato un primo accenno di risalita riportandosi ai ivelli del dicembre scorso. Ma vediamo nel dettaglio i parametri di tutti i titoli di stato messi all’asta:

 Cct  settembre 2015
     Importo richiesto: 1.444 mln
     Importo assegnato: 942 mln
   
 Rendimento lordo: scende a 2,38% dal precedente 2,67% 
   
 Regolamento: 2/3/2009

 Btp 3 anni 
    
 Prima tranche del Btp con scadenza primo marzo 201
 
   Cedola al 3%
 
   Importo richiesto: 5,8297mld
 
   Importo assegnato: 5,000 mld
 
   Rendimento lordo: sale al 2,94% dal precedent 2,80%
 
   Regolamento 2/3/2009

 Cct con scadenza 1/7/201
 
   Importo richiesto: 1,036 mld
 
   Importo assegnato: 607 mln
 
   Rendimento lordo: 2,29%
 
   Regolamento: 2/3/2009

12 February 2009

I Bot ai minimi dal 1980

Categoria: investimenti — Tags: , , , — Roberto @ 20:03

Gioco a rimpiattino nella corsa al ribasso di due importanti parametri nell’economia italiana; dopo aver annunciato l’ennesimo record al ribasso dell’euribor ecco che arriva la pronta risposta dei titoli di stato, i cui rendimenti colano a picco. Mai così bassi dal 1980, altri tempi altro scenario economico e finanziario, insomma un secolo fa. Questa tendenza verso il basso non è naturalmente seguita con altrettanta passione dagli italiani che vedono svanire la possibilità di guadagnare qualcosa mantenendo i risparmi al sicuro. Ma non è epoca di affari sicuri questa, così presa nella morsa della volatilità dei titoli e dei crolli strutturali di imprese fino a poco tempo fa considerate sanissime. L’unica nota positiva è per la casse dello Stato, che riescono a rastrellare liquidità fondamentali per l’economia nazionale senza caricarsi di eccessivi oneri, quegli stessi soldi che però vanno ad alimentare le casse delle banche in difficoltà, sotto forma di aiuti statali, in un circolo vizioso di cui si aspetta ardentemente la fine. Ecco i nuovi rendimenti: i Bot a un anno scendono al 1,374% dal precedente 1,840 % mentre quelli a tre mesi passano dal 1,659% al 1,206%. Nonostante tutto però, resta alta la domanda, segno che ancora la paura non è passata e si preferisce al guadagno la sicurezza del capitale.

29 January 2009

Crollano anche i rendimenti di Btp e Cct

Categoria: investimenti — Tags: , , , , — Roberto @ 14:15

Buoni del Tesoro Pluriennali e Certificati di Credito del Tesoro seguono la stssa sorte dei Buoni Ordinari del Tesoro a breve termine e precipitano superando i record negativi di rendimento della loro storia recente. E’ vero che da più parti questo trend negativo viene considerato una buona notizia perchè indice di un’altissima domanda, però dalla parte degli investitori c’è poco da sorridere. Quelli che sono considerati come gli ultimi beni rifugio del mercato finanziario non danno più rendimenti degni di questo nome; insomma sicurezza non fa più rima con ricchezza! Nello specifico ritroviamo i Btp a 3 anni e i Cct con scadenza settembre 2015 ai minimi dal novembre 2005. Gli unici che in parte si salvano sono i Btp 10 anni che vedono il rendimento lordo risalire dal 4,43% al 4,62%. La richiesta ha superato i 10 miliardi contro un’offerta totale di circa 7 miliardi. Questo il prospetto dell’asta: (more…)

12 January 2009

I Bot al minimo storico

Categoria: investimenti — Tags: , , , — viviana @ 22:12

Nell’ultima asta i Bot hanno fatto registrare il loro minimo storico! I titoli con scadenza un anno scendono all’1,84%, 0,793 punti in meno rispetto all’ultima operazione, mai visto niente del genere da prima del 1980. In calo anche i rendimenti dei titoli a 3 mesi che scendono di 0,805 punti all’1,659% lordo, sotto il 2% per la prima volta dopo più di 5 anni. Non un dato inatteso dato che negli Stati Uniti d’America il rendimento dei Titoli di Stato è arrivato allo zero. La domanda però resta alta quasi 20 miliardi di titoli richiesti a fronte dei 13 miliardi offerti di cui 5,5 miliardi di trimestrali e 7,5 di annuali. Queste le tabelle dell’asta:

BOT 3 MESI: Scadenza: 15 aprile 2009 – Offerti e collocati: 5,5 mld – Richiesta: 9,849 mld   Rendimento lordo: 1,659% – Regolamento: 15/1/2009

BOT 1 ANNO: Scadenza: 15 gennaio 2010 – Offerti e collocati: 7,5 mld – Richiesta: 10,577 mld Rendimento lordo: 1,840% – Regolamento: 15/1/2009

15 December 2008

Ulteriori ribassi nei rendimenti dei Btp

Categoria: investimenti — Tags: , , , — Roberto @ 18:44

Non si inverte il trend in discesa per i rendimenti dei titoli di stato, nonostante la crisi di stabilità del settore creditizio sembri essere passata. Gli italiani comunque preferiscono tenersi stretti Bot e Btp anche rinunciando a una parte di guadagno. Nell’asta di venerdì dei Btp infatti la domanda è stata superiore all’offerta di circa il doppio, 8 miliardi contro i 4 disponibili. Buon per lo Stato, che se da una parte spende per risanare i conti di banche e aziende può contare dall’altra di alti introiti di denaro da restituire a interessi bassissimi. Vediamo nel dettagio com’è andata l’asta. La tredicesima tranche dei Btp a 5 anni, con scadenza 15 aprile 2012, rendimento lordo 3,82%; diciasettesima riapertura del Btp con scadenza 1 agosto 2014 con rendimento al 4,11% e regolamento al 16/12/2008; Btp a 15 anni, sesta tranche con scadenza primo agosto 2023, con rendimento lordo che scende al 5,02% dal 5,24% della precedente asta. C’è comunque da dire che con i recenti tagli del costo del denaro stanno iniziando a scendere anche i rendimenti di altri prodotti di investimento e a differenza in meglio con i Btp inizia a non essere più tanta.

11 November 2008

Rendimenti dei BoT annuali ai minimi dal 2005

Categoria: investimenti — Tags: , , , — viviana @ 18:39

L’andamento dei titoli di stato a breve termine non accenna a diminuire al contrario della richiesta che si attesta sempre su quasi il doppio delle cifre messe all’asta dal Ministero del Tesoro. L’incertezza che regna sui mercati finanziari si riflette quindi sul fronte obbligazioni, che a fronte della grande attrattiva suscitata negli investitori per le garanzie che offrono vede diminuire i rendimenti; le prenotazioni hanno superato i 18 miliardi ed era dal 2004 che la domanda non raggiungeva questi livelli rispetto a questi importi in offerta. I BoT trimestrali con scadenza 16/02/2009 sono stati aggiudicati con un rendimento  lordo semplice che si attesta al 2,793%, cioè con meno 0,253 punti. Ben più sensibile il ribasso dei BoT annuali: il Buono a 12 mesi scadenza 16/11/2009 è in calo di 0,426 e si attesta su un rendimento lordo del 2,636%, ai minimi dal novembre del 2005. Il regolamento dei titoli è fissato per il prossimo 14 novembre.

30 October 2008

Cct, oggi all’asta il titolo in scadenza nel 2015

E per finire con la vendita di titoli di Stato annunciata dal ministero del Tesoro oggi si è tenuta anche l’asta dei Cct. La Banca d’Italia ha comunicato che la domanda dei certificati di credito con scadenza 1° settembre 2015 è andata ben oltre la disponibilità reale; contro una domanda di 1,46 miliardi i titoli messi all’asta erano di un controvalore di 0,86 miliardi di euro. Se il prezzo di aggiudicazione, di 97,26, è risultato più basso rispetto al precedente di 98,87 per quanto riguarda il rendimento si è assistito a un fenomeno in linea con quello dei Bot battuti all’asta due giorni fa. In discesa libera il tasso,  dal 4,8% scorso al 3,79% e parliamo sempre di rendimenti lordi. Insomma la sicurezza di investimento in questo periodo di crisi si accompagna a guadagni molto bassi; dall’enorme numero di richieste sembra che questo dato però non preoccupi gli investitori desiderosi solo di una soluzione garantita in cui trovare rifugio.

28 October 2008

Rendimenti dei Bot semestrali ai minimi dal 2006

Categoria: investimenti — Tags: , , , — Roberto @ 19:28

Avevamo dato notizia la settimana scorsa dell’asta dei Bot che ci sarebbe stata oggi 28 ottobre. Come da previsioni della vigilia la richiesta è stata pari quasi al doppio dell’offerta (10,5 miliardi contro una richiesta di 17,5 miliardi), segnale che i timori legati al mercato son lungi dal passare e che gli investitori preferiscono non rischiare e investire i propri soldi in titoli sicuri. Ma la conseguenza di quella che abbiamo definito come una corsa ai Bot insieme al calmieramento del costo del denaro perseguito dalle banche europee è un calo progressivo dei rendimenti. I Buoni semestrali messi all’asta oggi avevano un rendimento lordo semplice del 2,92%, cioè una diminuzione percentuale di 1,321 punti; non erano così bassi dall’aprile 2006. I Bot a tre mesi hanno invece registrato un rialzo del rendimento di 70 centesimi fino al 3,046% e anche per loro la richiesta è stata di quasi 5 miliardi di euro a fronte dei 2,5 assegnati. In forte calo anche il rendimento della terza tranche dei Ctz con scadenza 30 settembre 2009: la flessione registrata è di 0,813 punti, ai minimi dal settembre 2006.

Powered by WordPress