GuidaEconomica.it utilizza cookies propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie
chiudi - leggi informativa

3 May 2009

Il bon ton dei finanziamenti

Categoria: Finanziamenti — Tags: , , , — viviana @ 13:02

La tasparenza è uno dei tasti dolenti del nostro settore finanziario. Passano gli anni, passano le multe e i provvedimenti ma non si riesce mai, quando parliamo di finanziamenti, ad avere un’offerta chiara che ci tenga al riparo dal rischio di truffe, piccole o grandi. Questo perchè tutte le società finanziarie fanno a gara a promuovere finanziamenti a tasso zero; e se l’intento è attirare la clientela, sulla trasparenza è facile che si chiuda un occhio. Questa potrebbe essere definita saggezza popolare, ma a riscontro di quanto tutti sappiamo arrivano anche i dati di un’indagine fatta da Altroconsumo a dicembre dello scorso anno. Periodo di spese natalizie dove le promozioni per comprare a rate fioccavano. Sono stati monitorati 239 punti vendita dislocati in 7 importanti città, su un totale 285 offerte di rateizzazione e quel che è risultato è che nel 70% dei casi non è stata fornita al cliente nessuna informazione sui dati relativi al Taeg (Tasso annuo effettivo globale) o la percentuale applicata era sbagliata. Insomma attenzione. Firmare finanziamenti fidandosi solo di quello che dicono non è mai buona cosa. Bisogna sempre pretendere di conoscere l’esatta percentuale sia del Tan (il tasso di interesse) sia del Taeg (il tasso globale comprensivo di tutte le spese di istruttoria), e controllare che quanto dichiarato sia scritto nero su bianco sul contratto che ci stanno facendo firmare.

20 April 2009

L’Antitrust vigila sulla correttezza dei finanziamenti

I tanto pubblicizzati finanziamenti a tasso zero più di una volta nascondono qualche inghippo; è sempre bene, quindi, leggere attentamente tutte le condizioni del contratto di prestito, anche quelle stampate con caratteri illegibili! La vista si stancherà un pò ma almeno saremo sicuri di non incappare in qualche brutto scherzo. A dimostrazione di ciò arriva la notizia delle severissime multe comminate dall’antitrust a Findomestic, media World e Trony pratiche commerciali scorrette. Alla stipula del presunto finanziamento a tasso zero la findomestic inviava all’ignaro cliente una carta revolving i cui tassi erano tutt’altro che vicini allo zero. Parliamo infatti di percentuali sulle cifre utilizzate superiori al 20%, quasi da far dubitare che siano permesse dalle leggi contro l’usura. Fortunatamente, grazie alle segnalazioni degli sventurati acquirenti, si è riusciti a intervenire ed impedire che il sistema fraudolento danneggiasse anche altri. In molti hanno dichiarato che l’invio a casa della carta revolving avveniva anche svariati mesi dopo la concessione del finanziamento e le modalità di utilizzo non erano chiaramente indicate. Questo scherzetto è costato a Findomestic 430 mila euro, tanto l’ammontare della multa. Anche le catene Media World e Trony sono state multate per connivenza nelle azioni scorrette.

19 March 2009

Finanziamenti a tasso zero con nuova CartaSì

Categoria: Carte di credito — Tags: , , — viviana @ 20:43

CartaSi celebra il centenario del Futurismo e regala ai clienti del circuito una nuova promozione. Valida fino al prossimo 15 aprile l’offerta permetterà ai sottoscrittori della nuova cartaSi di avere credito senza interessi per 45 giorni. La carta potrà essere richiesta direttamente online e gode della copertura dei servizi classici delle carte di credito più avanzate: quelli online e quelli informativi via SMS, quelli per la sicurezza antifrode per gli acquisti in Internet ed inoltre permette ai clienti di aderire al programma ‘ioSi’. Per avere la carta basterà compilare l’apposito form su internet in cui oltre ai dati anagrafici bisognerà indicare l’ABI ed il nome della banca presso la quale è attivo il conto corrente su cui verranno addebitate le spese. Le spese sono limitate, più basse delle normali carte di credito: solo 19 euro di quota annuale associativa che ci permettono di pagare a saldo o a rate mensili con l’apertura di un piccolo finanziamento. Data l’occasione il design delle carte richiamerò la corrente artistica italiana del primo novecento, rimandando simbolicamente alla fiducia nel progresso tecnologico tanto osannata dall’avanguardia di Marinetti.

Powered by WordPress