GuidaEconomica.it utilizza cookies propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie
chiudi - leggi informativa

20 May 2009

Tremonti bacchetta le banche sul livello dei tassi di interesse

Categoria: Finanziamenti — Tags: , — Roberto @ 22:40

Sembrerebbe una buona notizia a noi profani delle grandi strategie economiche messe in atto a livello europeo. D’altronde il malumore per i livelli sempre alti dei tassi a cui le banche prestano denaro, nonostante i tagli della Banca centrale europea siano stati fatti proprio per alleggerire il costo del credito. Quindi, quando il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, fa la voce grossa contro le banche colpevoli di non allineare i propri tassi agli standard, la prima reazione è quella di sorridere al pensiero di poter chiedere denaro in prestito a tassi meno onerosi degli attuali. E invece, sorpresa delle sorprese, se andiamo ad informarci su quali siano questi tassi medi europei, scopriamo sgomenti che per i prestiti a famiglie e piccole e medie imprese questi risultano superiori di uno 0,20% rispetto a quelli italiani? Si potrebbe gridare all’errore se non fosse che le dichiarazioni rilasciate alla stampa non sono mai state smentite. Quindi restiamo qui ad arrovellarci per cercare un perché che stentano a trovare anche gli addetti del mestiere. Lo stesso Corrado Fissola, presidente dell’Abi, non ha esitato a definire l’invito di Tremonti un paradosso. Non resta che sperare che almeno in questo caso il monito del Ministro dell’Economia resti inascoltato.

1 April 2009

Le segnalazioni sul credito arrivano in Prefettura

Categoria: Finanziamenti — Tags: , , — viviana @ 13:20

La proposta di Tremonti di affidare il controllo del sistema bancario ai prefetti non è ancora stata trasformata in legge, anche a causa della reticenza di molti ad esautorare in maniera così evidente la Banca d’Italia da quella che è una delle sue funzioni primarie. Questo però non ferma la volontà di inserire le prefetture nel montaraggio della situazione legata al credito, mettendo il sistema bancario, di fatto, sotto osservazione da parte dell’esecutivo. La nuova iniziativa varata da Palazzo Chigi è infatti un’apposita casella di posta elettronica, che verra attivata in tutte le prefetture, dove potranno essere inviate le segnalazioni delle difficoltà da parte di imprese e cittadini nell’accesso al credito. In continuità con la funzione dei neoistituiti Osservatori regionali sul credito, questa iniziativa mira a farr chiarezza sui rapporti tra banche e cittadini e si propone di monitorare una situazione difficile, quella del ricorso al credito, che ha molte ricadute sul nostro sistema economico. Per ora la forma è quella della sperimentazione, in quanto la discussione è ancora tutta da fare. Dal momento in cui partirà l’iniziativa sarà possibile scaricare un modulo online di descrizione schematica del caso

29 January 2009

Nuovo mutuo Ing legato al tasso Bce

Categoria: Mutui — Tags: , , , , , — Roberto @ 14:02

Su Ing Direct, il colosso olandese conosciuto per il boom di Conto Arancio, sono uscite nei giorni scorsi diverse notizie. Una purtroppo è quella che lo lega al licenziamento di svariate migliaia di dipendenti e questo nonostante da parte del gruppo ci siano state rassicurazioni sull’otimale andamento dei prodotti bancari. L’altra, che è quella che andremo a commentare qui, è il lancio sul mercato dei nuovi mutui a tasso variabile in linea con il costo del denaro regolato dalla Banca Centrale Europea. Anche Ing Direct abbandona l’euribor per affidarsi al più stabile tasso Bce. Più che una scelta di mercato, dato che la discesa del tasso interbancario lo ha portato a quote vicinissime al tasso della banca europea e soprattutto dato che lo spread discreaionale aggiunto dalle banche n potrebbe annullare la convenienza, la decisione è un adeguamento alle regole dettate dal ministro dell’economia Giulio Tremonti attraverso il recente decreto anticrisi che è stato convertito negli scorsi in legge dopo la votazione al senato. Nella norma si stabilisce che gli Istituti di credito devono permettere ai clienti di scegliere e quindi fornire anche finanziamenti a tasso variabile  ancorati al reale costo del denaro ( tasso BCE ).

Powered by WordPress