GuidaEconomica.it utilizza cookies propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie
chiudi - leggi informativa

10 August 2010

Mutui, come comportarsi quando la rata diventa troppo alta

mutuoUna difficoltà aziendale, la disoccupazione o nuove uscite di denaro non previste. Sono tanti i problemi di cui una famiglia potrebbe soffrire, in particolar modo in tempi di crisi economica. Nel momento in cui sul bilancio della famiglia comincia a pesare la rata del mutuo casa le cose potrebbero precipitare, e costringere a inventarsi qualche modo per tenersi propria casa. Un’iniziativa che sta spopolando in questo periodo è la sospensione delle rate del mutuo, realizzata dal Piano Famiglie dell’Abi. E’ una modalità che si potrebbe prendere in considerazione ma ce ne sono altre che potrebbero tornare utili. Vediamo quali sono.

La sospensione. Guardando i dati Abi, l’associazione delle banche italiane, negli utlimi mesi la sospensione è arrivata per venticinquemila mutui, per un importo totale di oltre tre miliardi di euro. Scegliendo di non far fronte al pagamento delle rate, i nuclei familiari hanno avuto a disposizione denaro contante in più per oltre settemila euro. La causa principale della richiesta di fermare la rata del mutuo è la sopraggiunta disoccupazione o la diminuzione dell’orario di lavoro, cassa integrazione, mobilità. Quasi tutte le domande sono state avanzate nel norditalia e tutti hanno richiesto la sospensione totale della rata. La sospensione della propria rata si può richiedere fino al 31/01/2011, sempreché i motivi per cui si richiede siano riconducibili a cose successe nel corso del 2009 e 2010. (more…)

18 May 2010

Mutui con il CAP, un’alternativa al tasso fisso e variabile

Categoria: Mutui — Tags: , , , , , — Riccardo @ 16:03

mutui2Tasso fisso o variabile? Meglio col CAP!
È il dilemma di chi vorrebbe acquistare una casa stipulando un mutuo e deve far fronte non soltanto alla scelta migliore, in termini di tasso al quale “legarsi”, ma anche a motivazioni psicologiche che giocano un ruolo non secondario. Fino a una decina di anni fa, infatti, il “fisso” ha rappresentato la principale scelta di mutuo per l’acquisto di immobili utilizzato in Italia. Da pochissimo tempo, però, la situazione è completamente cambiata (in meglio grazie anche alla surroga). Oltre alle più note alternative del tasso variabile e di quello misto, il mercato offre così anche altre formule che vanno dal variabile a rata costante a quello variabile entro limiti prefissati ( cap & floor), dal mutuo bilanciato a quello elastico. (more…)

Powered by WordPress