GuidaEconomica.it utilizza cookies propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie
chiudi - leggi informativa

22 March 2010

Investire 2010 nelle economie emergenti

Categoria: investimenti — Tags: , , — Riccardo @ 11:57

investimLe maggiori economie emergenti stanno trainando da più tempo e con più convinzione la ripresa globale. Un dato che significa sviluppo dell’economia, perché se la maggioranza dei manager aziendali ricostituiscono le scorte industriali vuol dire che hanno una visione positiva sul futuro del loro business.
Le economie emerging stanno vivendo una forte ripresa a “V”, con l’output che spesso oggi è già al di sopra di quanto era prima della crisi, mentre in Occidente il recupero è perlopiù ancora lento e incerto. (more…)

4 March 2010

Obbligazioni straniere, un’opportunità in più

Categoria: investimenti — Tags: , , , — Riccardo @ 13:40

tradingComprare obbligazioni emesse dai paesi emergenti. Prima della crisi finanziaria poteva sembrare un azzardo visti anche i noti precedenti argentini. Ma qualcosa sta cambiando. E dietro la targa «emergenti» ci sono delle vere superpotenze. Cina, India e Brasile tanto per fare dei nomi. C’è di più: i conti pubblici delle nazioni più avanzate si stanno rapidamente deteriorando. I deficit dei paesi sviluppati sono più del doppio di quelli emergentiì.
Una situazione paradossale. (more…)

1 March 2010

Fondi di investimento dei paesi emergenti

Categoria: investimenti — Tags: , , — Riccardo @ 00:01

mercati-emergentiÈ la categoria di fondi azionari che ha attirato il maggior interesse da parte degli investitori negli ultimi mesi. Secondo i dati Assogestioni diffusi di recente, dicembre 2009 (164 milioni di euro) e gennaio 2010 (163 milioni) hanno registrato una raccolta netta positiva importante per i prodotti finanziari specializzati sui paesi emergenti. Tali strumenti sono tra i pochi della categoria fondi azionari ad aver messo a segno una performance positiva sul fronte dei nuovi flussi. A conferma della grande attenzione di investitori e gestori verso le nazioni del globo meno avanzate, ma che stanno rapidamente crescendo. E che (vedi altro articolo in pagina) possono ormai annoverare un deficit di bilancio, in media, inferiore a quello dei paesi più sviluppati. (more…)

Powered by WordPress