GuidaEconomica.it utilizza cookies propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie
chiudi - leggi informativa

3 September 2009

Vecchie lampadine addio, l’Unione Europea sceglie il risparmio

Categoria: Risparmio — Tags: , , — viviana @ 18:26

fotovoltaico_casa

La strada del progresso è fatta di cambiamenti che se oggi sembrano piccoli possono a buon vedere essere considerati epocali. L’Unione Europea ha ratificato la fine della produzione delle lampadine ad incandescenza, ossia le lampadine come sempre le abbiamo conosciute, quelle con il filamento metallico. Prima quelle da 100 watt la cui produzione verrà interrotta subito, poi dal 2010 anche quelle a voltaggio inferiore. Le troveremo ancora ma sono fino ad esaurimento scorte, poi passeranno direttamente sui manuali di storia delle scienze, dove i nostri nipoti guarderanno con curiosità quella che per noi è stata la realtà per buona parte della nostra vita. Ma il rammarico per questa “perdita” è poco, dato che la scelta è dettata da nobili fini di risparmio. Risparmio energetico, che è risparmio per l’ambiente ma anche risparmio sulla bolletta a fine mese. Infatti le lampadine alogene e fluorescenti, già utilizzate da molti, consumano tra il 25%  e l’80% in meno delle vecchie, che tramutato in numeri da 15 tonnellate delle emissioni di anidride carbonica e un risparmio energetico di circa 40 miliardi di chilowattora. Chi non si è ancora adeguato sarà ben presto costretto a farlo e non se ne pentirà!

24 July 2009

Agevolazioni per il fotovoltaico da un accordo tra Eni e San Paolo

Intesa San Paolo si è sempre dichiarata molto attenta a promuovere politiche finanziarie che privilegiassero scelte di sostenibilità ambientale, tanto da ricevere per prima in Europa il marchio “Sustenergy – Energia Sostenibile per l’Europa”, istituito dalla Commissione Europea. Per rendere più salda la sua posizione ha recentemente stipulato un accordo con l’Enel, nello specifico con la sua Società Green Power, leader nell’installazione di impianti da fonti rinnovabili. Lo scopo dell’accordo è quello di permettere a famiglie e imprese di ottenere dei finanziamenti agevolati nel caso decidano di passare ad impianti fotovoltaici per supplire alle loro esigenze energetiche. Questi incentivi si vanno ad aggiungere ai tanti che già lo Stato aveva assicurato per promuovere il passaggio all’utilizzo di energia pulita prodotta da fonti rinnovabili. Le agevolazioni di Intesa San Paolo cono perfettamente compatibili e cumulabili con quelle pubbliche ed aiuteranno a diminuire ed ammortizzare le spese che la transizione comporta. I servizi aggiuntivi che la banca propone ai clienti sono svariati e tutti gratuiti: il sopralluogo per l’installazione dell’impianto, la predisposizione del preventivo, l’assistenza per la redazione della domanda al GSE per accedere agli incentivi del Conto energia e il check up gratuito a un anno dall’installazione.

16 June 2009

Il risparmiare energetico? E’ questione di attenzione…

Risparmiare, lo abbiamo sempre detto, è un’arte, ma è anche un sottile lavoro di valutazione. In questo senso sono tante le scelte da prendere perché il risparmio a volte passa anche per una spesa. Questo è sicuramente il messaggio che ci arriva dai dati elaborati dalla Whirlpool sul consumo degli elettrodomestici. Non cambiare un elettrodomestico di vecchia generazione può costarci più caro della spesa di comprarne uno nuovo. Gli elettrodomestici di ultima generazione, se usati correttamente, possono farci risparmiare circa il 70% di energia elettrica. Una percentuale non insignificante che se trasformata in indice di impatto ambientale, calcolando la popolazione europea equivale all’inquinamento prodotto da cinque milioni di veicoli. Ma ecologia a parte comprare degli elettrodomestici che contengono i consumi può portare il consumo annuo di una famiglia media da 636 euro a 445 euro. Più che dimezzato! Le aziende lavorano molto sulla ricerca per fabbricare modelli sempre nuovi che permettono di consumare sempre meno energia. E se cambiare elettrodomestici ogni anno sicuramente non è conveniente, farlo quando i nostri iniziano ad avere svariati anni sicuramente lo è, nonostante l’investimento iniziale da sostenere, che dati i ritmi di risparmio annuo verrà velocemente ripagato. Whirlpool ha sviluppato il progetto “green kitchen” che le è valso due riconoscimenti: il “premio nazionale per l’innovazione” e il “premio imprese per l’innovazione”.

1 June 2009

Risparmio facile su luce e gas con il “trovaofferte”

Categoria: Risparmio — Tags: , — viviana @ 18:41

Con la liberalizzazione delle forniture di energia elettrica e gas i consumatori hanno la possibilità di usufruire di molte offerte, dato che i nuovi gestori stanno proponendo ottime tariffe per riuscire a conquistare una fetta di mercato. Situazione ottimale che però ha due inconvenienti; il primo è legato all’affidabilità e alla serietà dei nuovi operatori, perché abbiamo pochi strumenti per verificarla. La seconda è la difficoltà di orientarsi in questo nuovo meandro fatto di tanti gestori e di tante tariffe e offerte diverse. A regolamentare la situazione stanno fortunatamente pensando anche l’Autorità per l’energia elettrica ed il gas, che ha siglato un protocollo d’intesa con il CNCU, il Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti, per la tutela dei consumatori. Oltre a finanziare una serie di campagne per l’educazione al consumo energetico, l’Autorità per l’energia si è impegnata a tenere sotto stretto monitoraggio gli standard di qualità offerti dagli operatori del mercato libero della luce e del gas. Per risolvere il caos creato dal moltiplicarsi della concorrenza ha predisposto un portale con il “Trovaofferte”, che permette di trovare tutti gli operatori e le relative tariffe e offerte che lavorano sul territorio di residenza.

31 May 2009

Come trovare i finanziamenti regionali per l’energia pulita

Categoria: Risparmio — Tags: , , , — Roberto @ 23:42

Ieri abbiamo visto come risparmiare sull’energia sia un investimento ben più sostanzioso di quello che faremmo acquistando titoli di stato. Fatta questa scoperta in molti si chiederanno come avere maggiori informazioni per l’acquisto e il montaggio degli impianti fotovoltaici, ma soprattutto sui finanziamenti statali ed europei che sostengono questa scelta. Le agevolazioni sono spesso un dedalo inestricabile per molti non avvezzi a navigare su internet e questa difficoltà si rivela spesso un deterrente. Per questo segnaliamo un sito dove vengono indicati i bandi aggiornati su tutti i finanziamenti regionali sulle energie cosiddette pulite. Si chiama Pienosole.it e grazie a duna mappa interattiva dell’Italia fa trovare le agevolazioni della regione di appartenenza in maniera semplice e immediata. I dati che si trovano su questo sito sono aggiornati in tempo reale dall’ENEA (Ente per le Nuove tecnologie,l’Energia e l’Ambiente). Oltre all’indicazione delle agevolazioni su Pienosole.it si trovano anche le leggi che regolano queste nuove tecnologie. Una guida utile per svolgere tutti i lavori nel rispetto dei regolamenti vigenti.

30 May 2009

Il fotovoltaico, meglio che investire in titoli di stato!

Questa è una storia italiana, di quelle con il lieto fine con la L maiuscola. Anche quando non te lo aspetti, in un momento in cui guadagnare diventa difficile, le occasioni arrivano dalle parti più impensate. Immaginate di vivere in provincia di Lecco, come la famiglia Zardi di Casatenovo e di aver deciso, nonostante la portata dell’investimento, di dotare la vostra casa di un impianto fotovoltaico. Il risparmio energetico è già di per sé un proposito meritevole ma in questo caso, inaspettatamente, si finisce col ricevere un premio insperato. Calcoli alla mano il signor Zardi ha dimostrato che il risparmio annuo sulle bollette è stato di 543 euro e le somme ricevute per il conto energia 1.329 euro. In totale sono 1873 euro. Ma andiamo avanti nelle previsioni. Con questi ritmi l’investimento iniziale per l’impianto, che è stato di 16.306 euro verrà ammortizzato in meno di nove anno. Se valutiamo l’operazione su una durata medio/lunga, che potrebbe corrispondere alla scadenze di un BTP, il guadagno al netto si aggira intorno ai 21mila euro. Altro che titoli di stato insomma! Con i rendimenti che scendono il vero investimento conveniente è quello che cambia radicalmente le nostre abitudini di consumo. E a dirlo è niente di meno che il Sole 24 ore, dalla cui ricerca sono stati tratti i dati analizzati. Un’ulteriore dimostrazione che bisogna saper rischiare per guadagnare.

13 May 2009

Nuove frontiere del risparmio energetico

Categoria: Risparmio — Tags: , , — viviana @ 22:51

La ricerca tecnologica sulla produzione di energia da fonti alternative è una scommessa per il futuro ma anche un risparmio già presente e consolidato. Dai primi panelli solari molti sono stati i passi avanti fatti in questa direzione, tanto che ormai si è arrivato a costruire edifici nuovi dotati di impianto solare installato sui tetti, che sono costruzioni pensate al contempo per fini ecologici che di risparmio. Ora dalla Spagna arriva una nuova rivoluzionaria messa a punto: dei pannelli che permettono di produrre caldo, freddo ed elettricità. Questa significa ridurre di cifre vertiginose le spese per riscaldamento ed energia, in pratica quelle che più fanno lievitare le bollette, e in più concedersi il lusso dell’aria condizionata a poco e soprattutto con un impatto ambientale più basso. I pannelli sono stati messi a punto dall’Università di Lleida in Spagna, in particolare da Daniel Chemisana, del gruppo di ricerca in Agrometeorologia e Energia per l’ambiente, guidato dal professor Manel Ibañez e dal professor Joan Ignasi Rosell. Il nuovo modulo multifunzionale può essere facilmente integrato alle coperture e alle facciate delle costruzioni, almeno tra un anno, quando si avvierà la sua commercializzazione. Un lasso di tempo sufficiente per iniziare a pensare come convertire i propri impianti, anche con l’aiuto dei tanti incentivi statali previsti per questo settore.

26 April 2009

Risparmiare sull’elettricità con Google

Categoria: Risparmio — Tags: , , — Roberto @ 10:48

Google non finisce mai di sorprendere. Questa volta dal web sbarca direttamente nelle nostre case per mettere al servizio del risparmio energetico la sua tecnologia. Proprio così, il più grande motore di ricerca del mondo ha deciso di interessarsi delle nostre bollette. Uno degli ingegneri della società ha infatti inventato un sistema per monitorare il consumo energetico di tutti gli elettrodomestici e altri impianti della casa, in modo da individuare le dispersioni di energia e poter intervenire per risolvere il malfunzionamento. Il ritrovato si chiama PowerMeter e potrà essere controllato direttamente dal computer di casa; la sperimentazione ha permesso di risparmiare ben un 64% di energia elettrica. Una percentuale talmente significativa da non poter essere facilmente ignorata. Per questo si stima che nel prossimo futuro negli Stati Uniti, dove verrà inizialmente commercializzato, saranno circa 40 milioni i consumatori che sceglieranno di installarlo nelle loro case. In attesa di sbarcare in Europa dove in tanti saranno pronti a ad accogliere questa nuova occasione di risparmio.

Powered by WordPress