7 October 2008

I lavori più richiesti nel 2008

Categoria: Vari — Tags: , , — Roberto @ 16:06

Il mercato del lavoro continua a non essere di facile accesso per tutti e la situazione non sembra poter migliorare nel breve periodo. Ecco perché diventa ogni giorno più importante puntare sulla formazione sia universitaria che post, con particolare attenzione nella scelta del master. Ci sono infatti delle professioni che non risentono della crisi del mercato del lavoro; per chi si specializza in determinati rami insomma trovare un impiego sarà semplice e non un incubo come per tanti altri. I profili più richiesti, in un mondo sempre più automatizzato, ipertecnologico e in cui la comunicazione è l’essenza del mercato sono i cosiddetti professionisti high skill. Negli ultimi tre anni la loro richiesta non ha segnato flessioni e anzi è in continua crescita. Ma cosa fanno queste mosche bianche? Per lo più progettano e sviluppano nuovi prodotti e servizi e aumentano l’efficienza dei processi produttivi e gestionali; qualsiasi cosa che sia legata alla conquista di nuove fette di mercato insomma. Nello specifico i profili più richiesti sono quelli delle professioni tecnico-specialistiche impegnate nell’amministrazione, nel controllo di gestione e nella finanza, come controller e contabili. Ma anche analisti e programmatori, progettisti meccanici e disegnatori.

Fuori dal mondo industriale invece le professioni con cui è più semplice trovare lavoro sono quelle di infermieri, fisioterapisti, assistenti sociali e le professioni legate alla cultura, allo spettacolo e allo sport. Buona fortuna!


Ultimi articoli nella stessa categoria:
La Posta Elettronica Certificata di Telecom
L’approvazione del decreto anticrisi, ora convertito in legge dopo la recente approvazione da parte del Senato, ha ufficializzato l’obbligatorietà ...continua
I lavori più richiesti nel 2008
Il mercato del lavoro continua a non essere di facile accesso per tutti e la situazione non sembra poter migliorare nel breve periodo. Ecco perché diventa ...continua

No Comments »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.

Powered by WordPress