La cancellazione del protesto




La legge 235 del 2000 ha allungato la durata del periodo in cui possibile ottenere la cancellazione del protesto dal relativo bollettino, passando dai precedenti 60 giorni agli attuali 12 mesi. La procedura prevede la compilazione di un'apposita istanza rivolta al presidente della competente camera di commercio e la corresponsione dell'importo dovuto maggiorato degli interessi maturati, delle spese del protesto, quelle del precetto (l'intimazione a pagare a mezzo avvocato) e quelle per il procedure esecutive eventualmente intentate (per es. l'ufficiale giudiziario che ha provveduto al pignoramento e quelle successive).

Argomenti correlati:


La cancellazione del protesto in caso di errore

Nel caso di errori nella levata del protesto, la cancellazione erronea o illegittima ...

Effetti della cancellazione del protesto

Le attuali Leggi prescrivono espressamente che nel bollettino non debbano essere ...

Valuta questa pagina
Le informazioni presenti in questa pagina sono state interessanti?
Esprimi il tuo giudizio per aiutarci a migliorare, per noi importante!
Grazie

La cancellazione del protesto
(numero di votanti: 1 / valutazione media: 5 )