26 November 2008

AXA assicura tempi di risarcimento certi

AXA Assicurazioni ha adottato negli scorsi giorni una Carta degli Impegni per favorire la trasparenza delle operazioni in cui sono stabiliti tempi certi per il risarcimento danni. I sinistri RCauto con danni inferiori ai 2.000 euro e constatazione amichevole firmata da ambo le parti verranno risarciti entro 21 giorni, sempre che il cliente si premuri di consegnare tutte le informazioni e i documenti richiesti e permetta al perito di visionare l’auto entro 2 settimane dall’incidente. Come garanzia di questo impegno Axa assicurazioni ha istituito un risarcimento, a partire dal mese di dicembre 2008, al cliente in caso di ritardi: un assegno di 50 euro e un bonus di ulteriori 50 euro per il rinnovo della polizza auto o per qualsiasi altro prodotto assicurativo della compagnia. Sempre per la RCauto si stabiliscono tempi massimi per la comunicazione delle informazioni di cui si ha bisogno per mandare avanti la pratica, come perito e liquidatore e lista dei documenti da presentare. Anche nel comparto Vita si punta a dimezzare i tempi imposti dalla legge per la liquidazione in caso di riscatto o di scadenza delle polizze vita: 15 giorni anziché i 30 previsti dalla normativa, per chi sceglie di ricevere il denaro attraverso bonifico bancario.

23 September 2008

Modulo blu assicurazioni, le ultime novità

Categoria: Assicurazioni — Tags: , , , — viviana @ 10:40

Per chi ancora non lo sapesse il 1° luglio scorso è entrato in vigore il regolamento 13 dell’ISVAP, che porta qualche cambiamento nel settore assicurativo. Tra le novità più interessanti quella del nuovo Modulo Blu, meglio conosciuto come CID, lo stampato sul quale debbono essere denunciati gli incidenti. Pur non avendo grosse differenze dai suoi predecessori per i poco informati può essere fonte di innumerevoli problemi. E’ obbligatorio infatti denunciare il sinistro solo ed esclusivamente sul nuovo modulo blu; in caso di presentazione di uno dei vecchi moduli le denuncia non sarà ritenuta valida e bisognerà rifare tutto daccapo. Facciamo attenzione quindi! Meglio disfarsi subito dei vecchi moduli blu e procurarcene di nuovi. Lo stampato si compone di due pagine. La prima è la denuncia vera e propria del sinistro, delle generalità dei conducenti e dei veicoli e delle modalità dell’accaduto. La seconda pagina è relativa alle informazioni che finiscono nella banca dati sinistri dell’ISVAP e non è obbligatoria, ma è comunque importante per monitorare e arginare il fenomeno delle truffe.

Powered by WordPress